Il portale delle costruzioni in acciaio in Italia
CREDITS
COMMITTENTE: Teseo spa
PROGETTO ARCHITETTONICO: Gianni Gallucci, Bruno Montani (Teseo spa)
PROGETTO STRUTTURALE: Promo spa
PROGETTO IMPIANTISTICO: Luigi Domenella
IMPRESA: Promo spa
IMMAGINI: Maurizio Paradisi (finito), Promo spa (cantiere)

Showroom Teseo

DISEGNI E CANTIERE
 
 
 
 
 
 
 
 
FOTO
 
 
 
 
 
 
 
Il progetto dello showroom parte dalla volontà della Committenza, specializzata in software e macchinari per il settore calzaturiero, di disporre di uno spazio di rappresentanza e showroom attiguo ai propri stabilimenti. L’intenzione era quella di inserire nel contesto industriale circostante un elemento che non spezzasse il ritmo ma che avesse al suo interno un cuore tecnologico innovativo. Nasce così un volume monopiano, a forma di parallelepipedo, con dimensioni in pianta di 54,5 x 23 m e un’altezza totale di 8 metri.

Attraverso l'utilizzo di un sistema costruttivo interamente a secco in carpenteria metallica è stato possibile rispettare i costi di realizzazione e rispondere puntualmente alla principale richiesta della committenza. Le tempistiche di realizzo tipiche delle costruzioni in acciaio hanno altresì permesso un contenimento dell’investimento pur disponendo di un manufatto dalle grandi luci e di alta qualità architettonica, estetica e funzionale. Dietro l’apparenza di un volume “semplice” si cela infatti un interessante concept, che trova il suo apice nel particolare ingresso che taglia obliquamente uno spigolo del parallelepipedo.  A livello estetico le colonne in acciaio sono state lasciate “a vista”, mentre le capriate sono state controsoffittate, esaltando l’ampiezza degli spazi interni. Lo showroom è parte integrante di un complesso che non si limita ad accogliere i potenziali clienti ma ospita anche una nursery, una palestra e spazi dedicati alla socializzazione tra i dipendenti dell'azienda.

Lo showroom vede una maglia strutturale in carpenteria metallica, con colonne tubolari che si poggiano alla fondazioni mediante tirafondi. Le opere fondali sono costituite da plinti parallelepipedi intestati alla profondità di 1,7 metri dal piano di campagna. Profili a L costituiscono le capriate di copertura a doppia falda di lieve inclinazione e in sommità è realizzata con pannelli sandwich in doppia lamiera e strato di poliuretano interposto. Gli elementi in carpenteria metallica, zincati a caldo, sono stati successivamente verniciati e protetti con intumescente per il raggiungimento dell’adeguata protezione al fuoco. Le verifiche degli elementi in acciaio sono state effettuate agli stati limite e come previsto dall’Eurocodice 3. La classe di esecuzione secondo EN 1090 è EXC3. I tamponamenti verticali sono in alluminio e vetro e i colori delle lastre permettono ampia luminosità garantendo nel contempo adeguata riservatezza.

Particolare rilievo ha rivestito la progettazione antisismica sorgendo in un comune in zona 2. L’apparente regolarità in pianta maschera una notevole asimmetria strutturale che ha imposto differenti sistemi di irrigidimento delle membrature verticali per avvicinare il baricentro delle masse al baricentro delle rigidezze ed evitare azioni torsionali. Il nuovo corpo di fabbrica, adiacente al fabbricato esistente, si raccorda ad esso mediante un giunto tecnico che consente lo sfogo senza interferenza delle deformazioni sismiche. Nello specifico le azioni orizzontali sono assorbite e scaricate in fondazione grazie a controventi verticali in profili tondi d’acciaio. Anche in copertura sono presenti controventi orizzontali costituiti da tiranti a crociera e puntoni.

Lorenzo Fioroni
 

Prodotti e Soluzioni