Il portale delle costruzioni in acciaio in Italia
CREDITS
COMMESSA: Realizzazione dell'InfoPoint di Expo 2015 denominato ExpoGate
COMMITTENTE: Triennale Servizi srl per conto di Expo spa
VINCITORE APPALTO: ATI composta da ICG srl, Stahlbau Pichler srl, Fantin spa e IMG spa
PROGETTAZIONE ARCHITETTONICA ED ESECUTIVA: Scandurra Studio
PROGETTAZIONE ESECUTIVA DELLE OPERE METALLICHE: Redesco Progetti srl (Ingg. M. Giuliani e F. Capsoni)
REALIZZAZIONE DELLE STRUTTURE METALLICHE E DELL'INVOLUCRO: Stahlbau Pichler srl
FOTOGRAFIE: Filippo Romano / Triennale di Milano ; Stahlbau Pichler srl
IMMAGINI: Scandurra Studio ; Stahlbau Pichler srl

COMUNICATO STAMPA: TUTTO L'ACCIAIO DI EXPO GATE

Expo Gate - La porta di acciaio verso Expo 2015

DISEGNI E CANTIERE
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
E' la prima opera ad essere inaugurata per Expo 2015 e l'acciaio è l'elemento dominante che ha consentito la realizzazione di una grande macchina di comunicazione che sarà costantemente accesa da attività e immagini. Il concept del progetto è proprio quello di creare una porta attraverso la quale entrare nell'esposizione universale del 2015 e l'InfoPoint che sorge in Largo Cairoli (via Beltrami) già si propone come luogo d’incontro, spazio di socializzazione, nonché punto informativo.
L’opera, realizzata in acciaio, materiale interamente riciclabile, si inserisce nel contesto storico che vede come sfondo tra i due padiglioni la torre cinquecentesca del Castello Sforzesco. E' uno spazio pubblico che vuole essere vissuto, un luogo da attraversare, uno strumento di supporto per la voce e le parole di Expo: contenuti, eventi, calendari, trovano nelle grandi pareti-schermo i supporti per essere condivisi con i milioni di visitatori che saranno a Milano durante la manifestazione. E' un'architettura d'acciaio realizzata in 90 giorni di cantiere secondo principi di leggerezza, trasparenza, modularità; caratteristiche che evocano il linguaggio di grandi strutture reticolari e aeree: un’estetica della leggerezza non solo delle forme ma anche dal punto di vista della sostenibilità e dell'impatto ambientale.

I due padiglioni dalla forma tronco piramidale hanno una proiezione in pianta di 41 m x 15 m per 19 m di altezza. La struttura portante, che prevede l’utilizzo di 140 tonnellate di acciaio, è realizzata da elementi reticolari bi e tridimensionali costituiti da profili tubolari, interamente a vista, che compongono una struttura spaziale esterna all’involucro costituito da facciate vetrate. La struttura è caratterizzata da un’alta densità di membrature estremamente snelle, combinate a formare uno schema statico semplice e facilmente realizzabile mediante assemblaggio di elementi prefabbricati in stabilimento. Il meccanismo resistente è composto da telai incernierati alla base e incrociati ortogonalmente lungo i due assi principali del volume. Gli elementi costitutivi sono dunque i telai trasversali, i telai longitudinali e i controventi orizzontali posti in sommità; la loro organizzazione razionale è un insieme strutturale solido, rigido, stabile ed estremamente leggero. L'impiego quasi esclusivo di profili tubolari in acciaio classe S355, è naturale conseguenza dell'utilizzo estensivo di sistemi reticolari ovvero funzionanti mediante impegno assiale delle membrature. Per ottenere però la semplicità di sistema è stato necessario un complesso studio per la definizione delle soluzioni nodali che hanno consentito di velocizzare le operazioni in stabilimento e in cantiere. Trattandosi di tubi a sezione circolare è stata indispensabile la progettazione con modellazione solida per lo sviluppo dei vari nodi e per il disegno costruttivo dei singoli elementi che sono stati sagomati con il taglio laser prima di essere assemblati in semilavorati.
I solai al primo piano e in copertura sono costituiti da lamiere grecate in acciaio con getto di completamento collaborante e supportati da travi IPE e colonne in profili HE. L’involucro è costituito da una struttura portante in tubi di acciaio verniciati che formano una struttura leggera e trasparente. La copertura è costituita da un pacchetto interamente “a secco” composto da lamiera grecata, isolamento, barriera antivapore e lamiera aggraffata. Il piano terra invece è formato da una facciata continua con elementi portanti in acciaio inox, con vetri high performance autopulenti.

Gli ulteriori aspetti con cui il progetto ha dovuto confrontarsi sono stati quelli relativi al contesto operativo e alle tempistiche. Essendo proprio nel centro di Milano e sopra al mezzanino della metropolitana, oltre alle verifiche strutturali dell'esistente, sono stati imposti trasporti notturni per evitare il caotico traffico diurno. Il capitolato prevedeva inoltre 150 giorni naturali consecutivi dalla consegna dell'area al completamento dell'opera: la razionalità dell’impianto strutturale secondo piani resistenti ortogonali ha permesso però il rapido montaggio secondo uno schema autostabile, senza ponteggio, ottenibile accoppiando due telai con elementi di controventatura provvisoria. Un progetto dunque dalle molteplici sfide vinte grazie all'impiego dell'acciaio.


Marco Clozza

Prodotti e Soluzioni