Il portale delle costruzioni in acciaio in Italia
COMMITTENTE: MTA S.p.A.
PROGETTO ARCHITETTONICO:Giuseppe Falchetti, Nicola Tommaso Bettini
PROGETTO STRUTTURALE: STA Dott. Ingg. Giuseppe & Matteo Cantoni
PROGETTO IMPIANTI: Ing. Ferrari S.p.A.
COSTRUTTORE METALLICO: OCML S.p.A.
IMPRESA: F.lli Baraldi S.p.A.
FACCIATE VETRATE: Amitti srl
Fotografie: STA Dott. Ingg. Giuseppe & Matteo Cantoni

Scegliere l'acciaio per la sicurezza delle persone

DISEGNI E CANTIERE
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

L’ha fatto anche MTA SPA, azienda leader nella produzione di componenti elettronici ed elettromeccanici, dopo il sisma che ha colpito l’Emilia Romagna nel 2012.
Una scelta importante per la sicurezza dei dipendenti e non solo!!!!

IL PROGETTO


Inizialmente ideato con strutture prefabbricate in CA e CAP, l’intero stabilimento è stato riprogettato con strutture in acciaio a seguito degli eventi sismici del maggio 2012.
MTA ha deciso di realizzare un edificio antisismico approfittando dei vantaggi di una costruzione in carpenteria metallica, tra cui negli edifici di rappresentanza l’eleganza del materiale ed in quelli di produzione/magazzino la possibilità di avere grandi luci senza appoggi intermedi.
L’edificio Uffici è l’unico a due piani fuori terra ed ha copertura a luce unica di 20 mt, identica a quella dell’edificio Servizi posto al suo fianco.
L’edificio Tecnico e l’edificio di Raccordo, che separano rispettivamente la zona dirigenziale/servizi dalla produzione e la produzione dal magazzino, hanno luce unica di 12 m e un grigliato in copertura per il posizionamento degli impianti.
L’edificio Produzione e l’edificio Magazzino hanno identica geometria in pianta ed altezze differenti; le coperture, realizzate con travi reticolari a cassone, hanno luci di 50 m. In particolare, nell’edificio Produzione si è sfruttato lo spazio tra copertura e controsoffitto per collocare su grigliati di piano, tra loro collegati da percorsi pedonali interni alle travi, tutta l’impiantistica necessaria.
L’intero stabilimento occupa una superficie in pianta di circa 13.500 mq, con 2.700 mq di facciate vetrate.
Per le strutture del complesso sono state impiegate 1.900 t di acciaio.

Il progetto del nuovo stabilimento MTA Spa a Rolo in provincia di Reggio Emilia, risponde al bisogno specifico della committenza di definire un ambiente complesso ed organizzato ma al tempo stesso di grande suggestione. L’impianto generale si realizza nella composizione di semplici volumi squadrati che toccandosi vengono a realizzare una micro urbanizzazione che nel suo insieme costituisce un luogo nuovo, continuo ed integrato. Questi solidi puri non sono semplicemente separati: la loro prossimità o distanza definisce un rapporto spaziale preciso dove tutte le attività lavorative e di ricerca trovano la loro ideale collocazione e reciproca interazione. I volumi definiscono un sistema connettivo estremamente fluido e funzionale ed essendo caratterizzati da altezza e proporzioni differenti, generano un paesaggio sempre mutevole. Ogni parte del progetto è differente ma è al contempo integrante della stessa unità progettuale.
I materiali che costituiscono i vari edifici sono principalmente il vetro e l’acciaio: nelle grandi scatole massive sono concentrate le attività produttive e di stoccaggio delle materie prime e del prodotto finito, mentre in quelle più piccole e vetrate sono stati collocati gli uffici direzionali e la sala corsi, oltre al servizio di ristorazione aziendale e gli spogliatoi.
La facciata esterna degli uffici, interamente vetrata, è realizzata mediante un sistema modulare di facciata continua semistrutturale. La profondità dei telai strutturali e il trattamento dei vetri trasparenti, creano un effetto di dissimulazione dei volumi che nell’arco della giornata restituiscono un gioco di luci, ombre e riflessioni sempre mutevole.
L’edificio si sviluppa su due livelli fuori terra ed è collegato all’area produttiva attraverso un volume più basso al livello del piano di campagna. L’aspetto fondamentale che lo caratterizza e che rappresenta il fulcro del progetto degli spazi interni è la presenza al suo interno di un’ampia corte rettangolare a doppio volume che, protetta dalla copertura, ospita un vero e proprio giardino d’inverno. Questo spazio incastonato nel cuore dei nuovi uffici aziendali vuole esprimere il fascino evocato dall’incontro tra l’artificio tecnologico di un contenitore funzionale ad altissima tecnologia e l’ordine irrazionale degli elementi naturali.

La diffusione di queste soluzioni costruttive garantisce il raggiungimento di imprescindibili obiettivi in termini di sismo resistenza, efficienza, ottimizzazione e sostenibilità degli interventi nonché in termini di crescita culturale e tecnologica del settore delle costruzioni nel nostro paese.
 

Prodotti e Soluzioni