Il portale delle costruzioni in acciaio in Italia

Un anno in più per le detrazioni 65% e 50%: legge di Stabilità per il 2014

Proroga per Ecobonus, detrazioni sulle ristrutturazioni e messa in sicurezza antisismica. Ma anche risorse per la messa in sicurezza del territorio contro il rischio idrogeologico: sono le novità introdotte dalla Legge di Stabilità per il 2014, approvata dal Consiglio dei Ministri e ora in attesa di iniziare il suo iter in Parlamento.

Ecobonus 65%
Le detrazioni fiscali del 65% per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici sono prorogate fino alla fine del 2014, mantenendo l’attuale aliquota, per poi decrescere progressivamente. Nel 2015 le detrazioni scendono al 50% e nel 2016 tornano al 36%, seguendo il bonus ristrutturazioni cui sono state accomunate.
Per gli interventi che interessano le parti comuni degli edifici condominiali o tutte le unità immobiliari di cui si compone il condominio, le spese sostenute fino al 30 giugno 2015 sono detraibili al 65%, mentre quelle effettuate fino al 30 giugno 2016 usufruiscono del bonus al 50%.

Bonus ristrutturazioni 50%
Le detrazioni fiscali del 50% per le ristrutturazioni sono prorogate fino alla fine del 2014. Le spese sostenute nel 2015 sono agevolate con una detrazione fiscale del 40%.
Nel 2014 e nel 2015 il tetto di spesa agevolabile resta fermo a 96 mila euro. A partire dal 2016 il bonus torna invece all’aliquota ordinaria del 36% e il tetto di spesa scende a 48 mila euro.

Messa in sicurezza antisismica
Gli interventi per la messa in sicurezza degli edifici che si trovano nelle zone sismiche 1 e 2 continuano ad usufruire della detrazione del 65% fino al 31 dicembre 2014.
Dal primo gennaio 2015 al 31 dicembre 2015, l’agevolazione passa invece al 50%.

Interventi contro il rischio idrogeologico
Per la messa in sicurezza del territorio dal rischio idrogeologico sono messi a disposizione 30 milioni di euro per l’anno 2014, 50 milioni per il 2015 e 100 milioni nel 2016 da indirizzare a interventi immediatamente cantierabili. Un piano straordinario di tutela e gestione della risorsa idrica, finalizzato prioritariamente a potenziare la capacità di depurazione dei reflui urbani, sarà finanziato con 10 milioni di euro per il 2014, 30 milioni per il 2015 e 50 milioni per il 2016.
 

Download

Prodotti e Soluzioni