Il portale delle costruzioni in acciaio in Italia

Gli acciai autopatinabili

Gli acciai autopatinabili (weathering steels) rappresentano delle leghe di acciaio sviluppate per far sì che non sia più necessario verniciarne la superficie al fine di ridurre i fenomeni di corrosione atmosferica.

Hotel Casalgrande
Hotel Casalgrande a Salvaterra (RE), Studio M2R

La caratteristica principale di un acciaio autopatinabile è quella che, proprio durante l'esposizione all'atmosfera, si forma uno strato di ossido (cioè ruggine), la cui particolare struttura cristallina fa sì che sia assimilabile ad una vera e propria patina impermeabile. Quest'ultima impedisce che i processi di corrosione vadano avanti all'interno degli elementi in acciaio.
 
Museo Zampogna
Museo della Zampogna a Villa Latina (FR), Studio Archimmagine

L'acciaio autopatinabile, proprio grazie alla necessità di manutenzione ridotta, è raccomandabile soprattutto per la costruzione di ponti e di tutti quei manufatti di difficile accessibilità.
 
Corten ponti viadotti
Esempi di utilizzo di acciaio auto patinabile per ponti e viadotti.
A sinistra: viadotto a Cuponeddi (OT), Studio Seteco;
a destra: passerella pedonale a Castrette di Villorba (TV), Tobia Scarpa – David Zannoner
in basso: Ristrutturazione antico ponte romano a Sant Celoni (ESP), Xavier Font Solà



Vale la pena inoltre di sottolineare che non si deve ricorrere alla verniciatura di acciai patinabili, a meno che non si eseguano interventi di recupero su strutture esistenti.
Gli acciai patinabili hanno inoltre la peculiarità di veder mutare il proprio colore col trascorrere del tempo. Si passa da un arancio iniziale a una colorazione bruno-rossastra, in un arco di tempo di circa uno o due anni, in funzione dell'ambiente circostante.
 
Santa Monica
Chiesa Santa Monica a Rivas-Vaciamadrid (ESP), Ignacio Vicens y Hualde - José A. Ramos Abengózar

Questa variabilità cromatica rende gli elementi in acciaio patinabile apprezzati dagli architetti, che possono sfruttarne le capacità espressive nei loro progetti.
 
La forgiatura
Complesso “La Forgiatura” a Milano, Giuseppe Tortato 

Dal punto di vista normativo, queste leghe di acciaio sono regolamentate dalla norma UNI EN 10025-5: “Prodotti laminati a caldo di acciai per impieghi strutturali - Parte 5: Condizioni tecniche di fornitura di acciai per impieghi strutturali con resistenza migliorata alla corrosione atmosferica”.

Tali acciai sono inoltre contraddistinti dalle sigle:
  • S235J0W;
  • S235J2WM;
  • S355J0W;
  • S355J2W;
  • S355K2W.
A queste si aggiungono gli acciai patinabili al fosforo, aventi sigla:
  • S355J0WP;
  • S355J2WP.
La “W” indica proprio le caratteristiche dei weathering steels.

Caixa Forum
Caixa Forum a Madrid, Herzog & De Meuron

Di questa grande famiglia fanno parte gli acciai COR-TEN. Il loro nome deriva da un brevetto portato avanti dalla US Steel Corporation, che nel 1933 ha appunto ideato un acciaio che potesse resistere alla corrosione atmosferica. Tale nome è strettamente connesso alle caratteristiche offerte dal prodotto, ovvero la resistenza alla corrosione e alla trazione (dall'inglese CORrosion resistance e TENsile strength).
 
Museo Tabacco
Utilizzo di acciaio auto patinabile per arredi interni:
Museo del Tabacco a Pontecorvo (FR), Studio MDT

 

Prodotti e Soluzioni