Il portale delle costruzioni in acciaio in Italia

La normativa

Codice di prevenzione incendi


L’emanazione delle Norme Tecniche in materia di prevenzione incendi (D.M. 3 agosto 2015 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 192 del 20 agosto 2015) rappresenta un vero e proprio cambiamento che sta attraversando la disciplina. Sicuramente il passo più importante è la tendenza verso un approccio al tema, più aderente al progresso tecnologico e agli standard internazionali tenendo saldo il raggiungimento di quell’obiettivo virtuoso che sorge dall’esigenza di assicurare tempi più rapidi per l’avvio delle attività produttive, senza ridurne nel contempo il livello di sicurezza.
La novità più rilevante di questa nuova normativa è sicuramente la possibilità di applicare l’approccio prestazionale senza far ricordo all’istituto della deroga, lasciando, da un lato molta più libertà di scelta al progettista, dall’altro snellendo molto tutte le procedure burocratiche di approvazione. Successivamente, il 12 Aprile 2019 è stato pubblicato un DM di modifica e chiarimento delle Norme Tecniche in materia di prevenzione incendi. Un ulteriore documento, la Circolare 15 Ottobre 2019, ha fatto seguito al processo di revisione.

Si precisa che, prima dell’emanazione del D.M. 03/08/2015, le norme tecniche verticali racchiudevano l’applicazione dell’approccio prescrittivo; mentre, le norme tecniche verticali emanate nell’ambito del D.M. 03/08/2015, contemplano sia l’applicazione dell’approccio prescrittivo (come soluzione conforme) sia l’approccio prestazionale (come soluzione alternativa).
Si riportano nel seguito le normative da seguire per la progettazione antincendio di varie attività, direttamente scaricabili dai siti:
 

 

NORMATIVA DI RIFERIMENTO

 
Per quanto riguarda i metodi di calcolo per le strutture in acciaio, le norme di riferimento sono:
  • Norme Tecniche per le Costruzioni - D.M. 17/01/2018
  • EN1993-1.2 Progetto di strutture in acciaio. Parte 1.2: Regole generali - Progetto strutturale in caso di incendio; Appendice Tecnica Nazionale
  • EN1994-1.2 Progetto di strutture composte in acciaio e calcestruzzo. Parte 1.2: Regole generali - progetto strutturale in caso di incendio; Appendice Tecnica Nazionale.

Norme tecniche verticali: Requisiti in funzione della destinazione d’uso dei locali


Rappresentando il D.M. 03/08/2015 un vero e proprio testo unico di Prevenzione Incendi, contiene alla sezione “V-Regole tecniche verticali” le norme verticali riguardanti le attività soggette al controllo dei VVF; se ne riportano nel seguito quelle già emanate in formato tabellare per una più facile consultazione:


ULTERIORI REGOLE TECNICHE VERTICALI:


Si riporta di seguito un elenco di ulteriori Regole tecniche verticali per specifiche tipologie nell'ambito di edifici e/o strutture industriali:
  • RTV: stoccaggio e trattamento rifiuti
    Emanata la regola tecnica verticale riguardante lo stoccaggio ed il trattamento dei rifiuti che si applica a stabilimenti e impianti che effettuano stoccaggio di rifiuti combustibili, infiammabili o esplosivi in via esclusiva o a servizio dell'attività di produzione o trattamento, nonché ai centri di raccolta. Si assiste ad una novità nell’ambito della prevenzione incendi, in quanto fino ad ora il problema era regolamentato solo attraverso linee guida e circolari come quella n. 1121 del 21 gennaio 2019 in cui il Ministero dell’Ambiente emanava le nuove “Linee Guida per la gestione operativa degli stoccaggi negli impianti di gestione dei rifiuti e per la prevenzione dei rischi”, che individuano nel dettaglio e con taglio pratico percorsi utili per prevenire e gestire eventuali situazioni critiche.
  • DM 13/07/2011 “Regola tecnica di prevenzione incendi per la installazione di motori a combustione interna accoppiati a macchina generatrice elettrica” (gruppi elettrogeni e coogeneratori).
  • DM 30/04/2012 Approvazione della regola tecnica di prevenzione incendi per l'installazione e l'esercizio dei VRA (Approvazione della regola tecnica di prevenzione incendi per l'installazione e l'esercizio di apparecchi di erogazione ad uso privato, di gas naturale per autotrazione).
  • DM 28/2/2014 "Regola tecnica di prevenzione incendi per la progettazione, la costruzione e l’esercizio delle strutture turistico - ricettive in aria aperta (campeggi, villaggi turistici, ecc.) con capacità ricettiva superiore a 400 persone"; lettera circolare prot n. 11022 del 12/9/2014 e successivi chiarimenti e indirizzi applicativi; (Campeggi).
  • DM 03/03/2014 - Modifica del Titolo IV del decreto 9 aprile 1994, in materia di regole tecniche di prevenzione incendi per i rifugi alpini.
  • DM 16/7/2014 - Regola tecnica di prevenzione incendi per la progettazione, costruzione ed esercizio degli asili nido.
  • DM 17/7/2014 "Regola tecnica di prevenzione incendi per la progettazione, la costruzione e l'esercizio delle attività di aerostazioni con superficie coperta accessibile al pubblico superiore a 5.000 mq".
  • DM 18/7/2014 "Regola tecnica di prevenzione incendi per la progettazione, la costruzione e l'esercizio degli interporti, con superficie superiore a 20.000 mq, e alle relative attività affidatarie.".
  • DM 21/10/2015 "Regola tecnica di prevenzione incendi per la progettazione, costruzione ed esercizio delle metropolitane".
  • DM 03/03/2014- Modifiche ed integrazioni all'allegato al decreto 14 maggio 2004, recante approvazione della regola tecnica di prevenzione incendi per l'installazione e l'esercizio dei depositi di gas di petrolio liquefatto con capacità complessiva non superiore a 13 m³.
  • DM 03/03/2014- Modifiche ed integrazioni al decreto 24 maggio 2002, recante norme di prevenzione incendi per la progettazione, costruzione ed esercizio degli impianti di distribuzione stradale di gas naturale per autotrazione.
  • DM 03/03/2014- Modifiche ed integrazioni all'allegato A al decreto del Presidente della Repubblica 24 ottobre 2003, n. 340, recante la disciplina per la sicurezza degli impianti di distribuzione stradale di G.P.L. per autotrazione.
  • DM 1/7/2014 "Regola tecnica di prevenzione incendi per la progettazione, costruzione ed esercizio delle attività di demolizioni di veicoli e simili, con relativi depositi, di superficie superiore a 3000 mq.
  • DM 15/7/2014 "Regola tecnica di prevenzione incendi per la progettazione, l'installazione e l'esercizio delle macchine elettriche fisse con presenza di liquidi isolanti combustibili in quantità superiore ad 1 mc".
  • DM 3/2/2016 “Regola tecnica di prevenzione incendi per la progettazione, la costruzione e l'esercizio dei depositi di gas naturale con densità non superiore a 0,8 e dei depositi di biogas, anche se di densità superiore a 0,8” (Abroga la parte seconda dell'allegato al DM 24/11/1984 intitolata "Depositi per l'accumulo di gas naturale");
  • DM 22/11/2017 - Regola tecnica di prevenzione incendi per i contenitori-distributori per l'erogazione di carburante liquido di categoria C.
  • RTV STRUTTURE SANITARIE - Approvate le norme tecniche di prevenzione incendi per le strutture sanitarie, ai sensi dell'art. 15 del decreto legislativo 8 marzo 2006, n. 139.
  • RTV EDIFICI TUTELATI - Attività in edifici tutelati diverse da musei, gallerie, esposizioni, mostre, biblioteche e archivi (bozza in consultazione).



APPROFONDIMENTI DECRETI MINISTERIALI


Di seguito sono riportati i Decreti Ministeriali di riferimento e approfondimenti in merito:

Codice di Prevenzione incendi:
D.M. 3 agosto 2015 “Norme tecniche di prevenzione incendi, ai sensi dell'art. 15 del D.Lgs 8 marzo 2006, n. 139”

Regolamento di prevenzione incendi:
D.P.R. 1 agosto 2011, n. 151 Regolamento recante semplificazione della disciplina dei procedimenti relativi alla prevenzione degli incendi, a norma dell'articolo 49, comma 4-quater, del decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78, convertito, con modificazioni, dalla legge 30 luglio 2010, n. 122
Nel testo sono riportate varie circolari e note di indirizzi e chiarimenti applicativi; Allegato I "Elenco delle attività soggette alle visite ed ai controlli di prevenzione incendi";

D.M. 2 marzo 2012 "Aggiornamento delle tariffe dovute per i servizi a pagamento resi dal Corpo nazionale dei vigili del fuoco";
D.M. 7 agosto 2012 "Disposizioni relative alle modalità di presentazione delle istanze concernenti i procedimenti di prevenzione incendi e alla documentazione da allegare, …";


CIRCOLARI E LINEE GUIDA

Di seguito un elenco sintetico di circolari afferenti la progettazione antincendio
  • Circolare DCPST n 2307 del 24.02.2016
    OGGETTO: Omologazione di materiali ai sensi del decreto del Ministro dell’interno 26 giugno 1984
  • Circolare DCPST n 7765 del 21.06.2016
    OGGETTO: Chiarimenti sulla modalità di predisposizione del fascicolo tecnico nel settore della resistenza al fuoco
  • Circolare DCPST n 3396 del 18.03.2015
    Chiarimenti in merito alla classificazione di resistenza al fuoco di partizioni vetrate
  • Circolare DCPST n 3181 del 15.03.2016
    Linee guida per la valutazione, in deroga, dei progetti di edifici sottoposti a tutela ai sensi del d.lgs, 22 gennaio 2004, n.42, aperti al pubblico, destinati a contenere attività dell’allegato 1 al D.P.R. 1 agosto.
  • NOTA CIRCOLARE 9833 del 22 luglio 2020
    Disposizioni di prevenzione incendi per impianti di climatizzazione in attività soggette ai controlli di prevenzione incendi
  • NOTA N°9962 - RESISTENZA AL FUOCO DELLE STRUTTURE
    La nota del 24 Luglio 2020 chiarisce alcuni aspetti nell'ambito dell'applicazione della Fire Safety Engineering alla resistenza al fuoco delle strutture (Capitolo S.2 del Decreto 3 Agosto 2015)
  • NOTA DI CHIARIMENTO SULLE GALLERIE FERROVIARIE   Emanata una nota di chiarimento sulle norme di sicurezza antincendio applicabili alla realizzazione delle gallerie ferroviarie che hanno diretto impatto anche sui procedimenti di prevenzione incendi previsti dal DPR 151/11. Si evidenzia, inoltre, la necessità e l’imminenza dell’emanazione di una normativa nazionale armonizzata.

Ulteriori riferimenti normativI E PRECISAZIONI


Si precisa che l'iter normativo è in continuo divenire, per una maggiore chiarezza invitiamo a consultare la pagina presente sul sito dei Vigili del Fuoco:

Contenuti a cura della Commissione per la Sicurezza delle Costruzioni in Acciaio in caso d'Incendio di Fondazione Promozione Acciaio - Riproduzione riservata

Prodotti e Soluzioni